10Differences.org
L'Enciclopedia
delle Differenze

Differenza tra Imperialismo e Colonialismo

La storia del mondo è stata plasmata dall'espansione di nazioni potenti e dalla loro occupazione di terre straniere per proliferare il commercio, le alleanze, la conoscenza e l'influenza. Molte culture hanno costruito imperi e stabilito insediamenti, e queste dottrine imperiali e coloniali hanno un'eredità clamorosa sul mondo di oggi.

In che modo l'imperialismo è diverso dal colonialismo?

La differenza principale tra imperialismo e colonialismo sta nel loro contesto. L'imperialismo in sé è la politica di espansione del territorio e dell'influenza di un Paese attraverso mezzi militari o diplomatici, mentre il colonialismo adotta e applica questa politica creando insediamenti in terre straniere per estrarre nuove risorse ed estendere la portata di un Paese.

Che cos'è l'Imperialismo?

L'espansione dell'Impero Romano attraverso la sua politica Imperialista

L'imperialismo è una dottrina nazionale in base alla quale un Paese estende i propri territori e controlla nuove terre esercitando il proprio potere politico, militare o economico.

Le nazioni possono adottare una politica imperialista per molte ragioni; se hanno successo, le loro ambizioni imperiali possono dare loro un'infinità di vantaggi, tra cui l'accesso a porti preziosi, snodi commerciali o centri culturali; più terra per gli insediamenti; una maggiore influenza su altri Paesi; una nuova fornitura di manodopera; e preziose risorse naturali.

Le politiche imperialiste sono caratterizzate anche dalla dinamica geopolitica in cui un nucleo metropolitano dominante governa su territori lontani. Questi territori possono anche essere separati via terra dal centro di un impero.

Che cos'è il Colonialismo?

Illustrazione della Colonizzazione greca e fenicia

Il colonialismo si riferisce alla pratica di imporre il controllo su un gruppo di persone, più comunemente attraverso la creazione di colonie, per ottenere principalmente benefici economici.

Le colonie sono territori stranieri che vengono colonizzati dai colonizzatori e sottoposti al dominio della "madrepatria". Queste colonie offrono un rifugio sicuro ai cittadini che desiderano migrare in nuove terre e accelerano il commercio e la diplomazia tra la madrepatria e gli Stati locali.

La colonizzazione facilita anche la diffusione di nuove tecnologie, pratiche socio-culturali, lingue, risorse e religioni alla popolazione nativa.

Le popolazioni indigene nelle colonie sono spesso trattate con sospetto; alcune nazioni coloniali, come l'Impero spagnolo, trattavano gli indigeni come cittadini di seconda classe, o li schiavizzavano completamente.

Differenze tra Imperialismo e Colonialismo

Il contesto

L'imperialismo e il colonialismo sono concetti associati che si distinguono in base al contesto.

Per cominciare, l'imperialismo è considerato come la politica di fondo che guida la maggior parte dei tentativi di colonizzazione. Il suo focus sull'espansione territoriale è motivato dall'acquisizione di nuove risorse, terreni e altri beni strategici per aumentare il potere militare, economico e politico di uno Stato.

Le politiche imperialistiche possono adottare una serie di metodi che hanno lo scopo di imporre il controllo su nuovi popoli e territori.

Il colonialismo è una pratica strettamente associata alle dottrine imperialiste, in quanto l'insediamento di coloni in nuove terre è una strategia a lungo termine per espandere il territorio di una nazione. Mentre l'imperialismo può raggiungere diversi obiettivi, gli sforzi di colonizzazione sono spesso fatti per scopi principalmente economici.

Gli studiosi concordano sul fatto che sia l'imperialismo che il colonialismo hanno storicamente comportato una forma di invasione; militarmente, nel caso di molti imperi, ed economicamente, quando si tratta di colonie.

Movimento di persone

La migrazione è un aspetto più importante del colonialismo rispetto all'imperialismo; i coloni della madrepatria possono trovare molti incentivi per stabilire le loro case e le loro attività in territori lontani, come nuove opportunità di commercio e di sostentamento e la fuga dalla persecuzione religiosa.

Questi sforzi di insediamento possono portare allo spostamento o all'alienazione delle popolazioni native.

L'imperialismo consente anche il movimento di persone tra il nucleo metropolitano e i territori lontani.

La schiavitù era una causa comune per cui gli indigeni soggiogati si spostavano da un impero all'altro. Per esempio, i negrieri dell'Africa occidentale vendevano schiavi africani alle potenze imperiali, come i francesi e i portoghesi, dopodiché gli schiavi venivano trasportati a lavorare nelle aziende coloniali nelle Americhe e altrove.

Dinamiche geografiche

L'imperialismo e il colonialismo cercano entrambi di espandere il territorio e il raggio d'azione di una nazione, sebbene la definizione moderna di colonialismo implichi una distanza considerevole tra una colonia e la sua madrepatria.

Poiché il colonialismo è motivato principalmente dall'insediamento in aree economicamente valide, molte colonie sono situate in località distanti. Queste colonie possono essere praticamente accessibili solo via mare, a causa della lunghezza e dei pericoli associati alle rotte terrestri.

L'imperialismo potrebbe portare uno Stato a controllare terre vicine, che sono molto più vicine geograficamente e culturalmente.

Natura del controllo

L'imperialismo non richiede necessariamente che la madrepatria imponga un controllo formale e legale sui territori acquisiti e sulle loro popolazioni native, purché il controllo funzionale sia mantenuto attraverso la coercizione politica, militare o economica.

Gli studiosi descrivono la dottrina imperiale britannica, ad esempio, come l'imposizione di un controllo "informale, se possibile, e formale, se necessario".

Il colonialismo, in pratica, prevedeva metodi di controllo più pratici. I soldati dovevano mantenere la pace, domare la terra per la futura espansione e sedare le rivolte dei nativi.

A causa delle grandi distanze che separano molte colonie dalla loro metropoli (città madre), governatori e amministratori possono essere inviati a governare questi possedimenti per conto del governo centrale. A questi governi coloniali può essere concesso un certo grado di autonomia per governare meglio gli affari dei loro sudditi.

Esempi storici

L'imperialismo è un motivo ricorrente nella storia del mondo fin dall'antichità e testimonia la spinta dell'uomo all'espansione e alla conquista.

Molti dei più grandi imperi del mondo, come l'Antica Roma, l'Impero Mongolo, la Dinastia Ming e l'Impero del Mali, sono esempi eccellenti di Stati che hanno esercitato un potere sia morbido che duro per controllare terre lontane in modo informale.

Sebbene sia diversa dalla forma moderna di colonialismo, la pratica dei popoli che formano colonie è altrettanto longeva e riflette il desiderio umano di cercare pascoli più verdi in nuove terre.

Le grandi potenze coloniali del passato includevano i Fenici, maestri navigatori del Mar Mediterraneo; gli Antichi Greci e la Cina Han.

Etimologia

La parola radice del colonialismo, colonia, deriva dal latino colōnia, che si riferisce a un luogo per l'agricoltura.

L'imperialismo, invece, deriva da un'altra parola latina, imperium, che indica uno status di sovranità o di potere supremo.

Tabella di Confronto: Imperialismo vs Colonialismo

AreeImperialismoColonialismo
ContestoPoliticaPratica
Movimento di personePresentePiù prominente
Dinamiche geografichePuò governare terre vicine o lontaneEnfasi sulle grandi distanze
Natura del controlloPotere morbido o duroPotere duro, ad esempio con mezzi militari
Esempi storiciDinastia Ming, Impero Romano, Impero MongoloFenici, Antichi Greci, Dinastia Han
EtimologiaLatino imperium, potere supremo, sovranità o dominioLatino colōnia, luogo per l'agricoltura

Come sono simili l'Imperialismo e il Colonialismo?

Colonialismo e imperialismo sono concetti strettamente correlati, al punto da essere considerati intercambiabili dai non addetti ai lavori.

Entrambe le dottrine adottano l'espansionismo come ideale; valorizzano la crescita e lo sviluppo di una nazione attraverso l'acquisizione di nuove terre, risorse, popoli e altri beni strategici.

Imporre e mantenere il controllo è fondamentale sia per gli sforzi imperiali che per quelli coloniali. La madrepatria può far leva sui suoi punti di forza politici, economici o militari per mantenere la presa sui nuovi territori.

La cultura, la tecnologia, le ideologie, le pratiche economiche, le religioni e altre sfaccettature della madrepatria saranno invariabilmente assimilate dalle popolazioni autoctone, anche se non è raro che le culture autoctone influenzino in qualche modo la cultura dei coloni, in particolare per quanto riguarda la cucina, la moda e lo stile di vita.

Domande Frequenti

Quali sono i diversi tipi di colonialismo?

La forma principale di colonialismo è il "colonialismo dei coloni", in cui i migranti provenienti da una nazione madre si stabiliscono in massa in nuove terre, diventando alla fine la maggioranza demografica e allontanando le popolazioni native.

Gli studiosi hanno definito anche altre forme di colonialismo, come:

- Il colonialismo estrattivo, in cui i coloni sono principalmente interessati a raccogliere grandi quantità di materie prime preziose da un'area;

- Il colonialismo di piantagione, in cui i colonizzatori istituiscono la piantagione di massa di una particolare coltura in terre fertili; e,

- Il colonialismo di potere imperiale, in cui le nazioni utilizzano le colonie per estendere la loro portata militare, diplomatica o economica.

Perché l'Impero mongolo è crollato?

Sebbene l'Impero mongolo del XIII secolo sia diventato il più grande impero terrestre contiguo della storia mondiale, la quantità di tribù, popolazioni, lingue e religioni diverse sotto il suo dominio ha fatto sì che la sua stabilità fosse sempre messa in discussione.

Gli studiosi considerano il figlio di Gengis, Kublai Khan, e il suo governo centrale in Cina come governanti competenti, anche se alla fine non furono in grado di controllare un impero così vasto.

L'Impero mongolo si divise in diversi Stati dopo la morte di Kublai nel 1294. Nel successivo XIV secolo si verificarono diverse crisi di successione che indebolirono ulteriormente il governo e portarono inevitabilmente a un'ondata di ribellioni.

Conclusione

L'imperialismo e il colonialismo sono dottrine espansionistiche; le nazioni che ne fanno parte mirano a crescere di potere attraverso il controllo di nuovi territori, popolazioni e risorse.

L'imperialismo è inteso come la politica che istruisce il colonialismo. Gli Stati imperiali possono cercare di annettere i Paesi vicini o di creare colonie in terre lontane. Il potere morbido o duro può essere esercitato per mantenere il controllo su queste aree.

Le motivazioni dell'imperialismo sono molteplici: proiezione militare, maggiore influenza diplomatica e acquisizione di nuovi beni e risorse per l'economia.

Il colonialismo è una pratica comunemente legata alle ambizioni imperiali. I migranti dalla madrepatria che si trasferiscono in nuovi insediamenti sono uno degli aspetti principali del colonialismo.

Le colonie sono spesso progetti motivati economicamente; in quanto tali, i coloni cercano risorse preziose in terre lontane, che possono essere molto distanti dalla madrepatria.

Sentitevi liberi di commentare e discutere l'articolo nello spazio dei commenti qui sotto se avete informazioni o osservazioni da aggiungere. Se pensate che abbiamo commesso un errore, potete anche segnalarlo qui.

Sommario

Altri Articoli Su

Informazioni sull'Autore: Nicolas Seignette

Nicolas Seignette, in possesso di un diploma di maturità scientifica, ha iniziato i suoi studi in matematica e informatica applicata alle scienze umane e sociali (MIASHS). Ha poi proseguito gli studi universitari con un DEUST WMI (Webmaster e professioni Internet) presso l'Università di Limoges, prima di concludere il suo percorso con una licenza professionale specializzata nelle professioni informatiche. Su 10Differences, si occupa della ricerca e della stesura di articoli riguardanti la tecnologia, le scienze e la matematica.
Tutti i Post Scritti Da Nicolas Seignette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

magnifiercrosschevron-downarrow-right