10Differences.org
L'Enciclopedia
delle Differenze

Otaku Vs Weeb: Differenza tra Weeaboo e Otaku

Otaku e weeaboo sono sinonimi? A prima vista, sembra di sì. Entrambe le parole si riferiscono a una persona con una notevole ossessione per la cultura o i media giapponesi. Tuttavia, ogni termine porta con sé diversi sottotesti e origini che li differenziano completamente.

In che modo un otaku è diverso da un weeaboo?

Otaku è praticamente l'equivalente giapponese di nerd o geek - persone con una particolare fissazione per un fandom come anime o manga. La parola viene utilizzata per descrivere altri giapponesi. In confronto, in Occidente si usa il termine weeaboo per indicare una persona non giapponese che ha una passione fastidiosa per le cose legate al Giappone.

Che cos'è un Otaku?

In Giappone, la parola si traduce approssimativamente in una persona secchiona o nerd - qualcuno il cui hobby principale è diventato una parte importante della sua vita. Di solito si manifesta come una devozione a collezionare articoli, come figurine, mecha, giocattoli, giochi e persino abbigliamento e altri articoli per la casa. Il fascino di un otaku non si limita agli anime; molti sono interessati ad argomenti come la storia, i robot, il birdwatching e la musica pop giapponese.

Poiché i giapponesi considerano queste ossessioni come un comportamento infantile e inutile, le persone del Paese sono solite dire "otaku" in un contesto di derisione.

2 otaku examples
2 Esempi di otaku

"Otaku" è stato praticamente soppiantato da "weeaboo" come parola per indicare le persone ossessionate dai media giapponesi in Occidente.

Che cos'è un weeb?

I weeb - abbreviazione di weeaboo - sono persone non giapponesi che sono ossessionate in modo simile dai media giapponesi. Il loro fascino si basa generalmente sull'essere fan accaniti dei loro manga o anime preferiti, che si manifestano come una devozione per cose come la loro waifu o la cotta per il personaggio

I weebs possono anche sviluppare l'ammirazione per altri aspetti della cultura giapponese e finire per cercare di adottare la lingua, i costumi, la cucina e persino la moda del Paese nella propria vita.

Weeb example
Esempio di weeb

Il termine "weeaboo" è molto diffuso tra le comunità occidentali o anglofone di Internet. Molti giapponesi non sanno nemmeno cosa sia un "weeaboo". Alcuni fan di anime abbracciano il termine, ma rimane in gran parte peggiorativo.

Differenze tra un Otaku e un Weeaboo

Origine

Otaku è un'autentica parola giapponese. Un tempo veniva utilizzata come modo formale di rivolgersi a qualcuno. I primi hobbisti di anime e manga hanno adottato il termine per rivolgersi alle persone che condividono i loro interessi, il che ha finito per far sì che la parola venisse associata alla devozione per il proprio fandom.

Weeaboo è nata come parola inventata da un webcomic chiamato The Perry Bible Fellowship. Il fumetto in particolare presentava la parola come disprezzata al punto che le persone avrebbero picchiato chiunque l'avesse semplicemente menzionata in una conversazione. Il sito web 4chan ha utilizzato la parola per sostituire "wapanese" nei suoi tag dopo che quest'ultimo è diventato un insulto.

Demografia

I giapponesi possono definire otaku sia i colleghi giapponesi che gli stranieri, se questi ultimi mostrano un'ossessione da nerd per i loro hobby, che non riguardano necessariamente anime o manga. Al contrario, l'uso occidentale del termine riguarda le persone ossessionate dai media giapponesi in modo specifico.

Weeaboo è quasi sempre utilizzato al di fuori del Giappone; gli abitanti del luogo sono ignari o disinteressati al significato del termine. Per definizione, si riferisce specificamente a persone non giapponesi.

Ossessioni

Sebbene gli anime, i manga e i media giapponesi siano gli interessi stereotipati di otaku e weebs, molti di loro possono estendersi ad altri interessi simili.

I weeaboos possono essere affascinati dall'arte e dall'estetica giapponese negli anime e approfondire diversi aspetti della cultura del Paese. Alcuni desiderano imparare il disegno in stile anime, la danza tradizionale, la musica, le arti marziali come il kendo o il karate e la lingua giapponese.

Molti otaku non sono fissati con manga e anime. Come gli hobbisti di altri luoghi, possono interessarsi a temi che vanno dal cosplaying e dai seiyuu (doppiatori), ai treni, ai computer, ai software e persino ai militari del Giappone o di altre potenze mondiali.

Caratteristiche tipiche

Anche se l'osservazione può essere un po' stereotipata, sia gli otaku che i weebs hanno una reputazione di scarsa igiene e capacità relazionali. Potrebbero vivere con una dieta a base di fast-food e prendere poca o nessuna luce solare, conducendo uno stile di vita sedentario a casa.

Le persone ritengono che i weeaboos si comportino in modo più odioso quando si tratta di promuovere o difendere il loro hobby. Possono anche essere più estroversi e mantenere legami con amici e familiari

Sebbene gli otaku siano derisi per il potenziale stress del loro stile di vita, di solito sono noti per stare per conto loro e non disturbare nessuno.

Sottotesti

Weeaboo è usato principalmente come insulto contro i presunti fanatici non giapponesi deliranti di tutto il Giappone. Alcuni circoli di appassionati di anime accettano l'uso di questo termine, sebbene sia ancora dispregiativo al di fuori di contesti familiari o amichevoli

Otaku ha una connotazione abbastanza neutra in Occidente. In Giappone, tuttavia, chiamare una persona "otaku" può implicare qualsiasi cosa, da un leggero disprezzo a un intenso disgusto o disapprovazione.

Tabella di confronto: Otaku vs Weeaboo

AreeOtakuWeeaboo
OrigineParola giapponeseInventata dal webcomic La Bibbia di Perry
DemografiaNerd o geek giapponesi in Giappone; fanatici di anime o manga in OccidentePersone non giapponesi ossessionate dai media giapponesi
OssessioniComunemente anime o manga, ma può riferirsi a molti altri hobby.Anche anime o manga, e di solito altri aspetti della cultura giapponese
Caratteristiche tipicheIntroverso, scarse capacità sociali e cattiva igiene, rimane a casaDi solito sono antipatici e immaturi quando parlano dei loro hobby. Possono essere poco igienici o avere una moda eccentrica.
SottotestiIl termine è solitamente dispregiativo in Giappone e neutro altrove.Il termine è generalmente offensivo al di fuori dei gruppi di amici stretti.

In che modo un Otaku è simile a un Weeaboo?

Può essere difficile distinguere gli otaku dai weebs, in quanto hanno molte somiglianze superficiali, la più tipica delle quali è la passione per gli anime e i manga

Gli hobby di queste persone spesso dominano il loro stile di vita; sono inclini a dedicare la maggior parte del tempo, degli sforzi e delle risorse alla loro ossessione, trascurando di conseguenza l'igiene, l'alimentazione, la forma fisica, la vita sociale e altre preoccupazioni

Questo stile di vita porta anche alla percezione che gli otaku e i weebs siano individui sovrappeso, non rasati e maleodoranti, con una visione del mondo goffa o fuori dal mondo.

Domande Frequenti

Perché gli otaku sono offensivi in Giappone?

La cultura giapponese valorizza l'efficienza e l'autosviluppo. Secondo la prospettiva di molti locali, molti otaku spendono i loro soldi guadagnati con fatica e il loro tempo libero in attività inutilmente costose e infruttuose. Questa critica persiste da quando, negli anni '70, i fan della sottocultura di anime e manga sono diventati famosi.

Anche se la negatività che circonda il termine è leggermente diminuita, può ancora essere usato in molti contesti come un insulto leggero, simile ai termini "saccente" o "saputello".

Come parlano i weebs?

I weebs sono famosi per la regolare mistificazione della lingua giapponese. Mentre anche gli spettatori abituali possono imparare il significato di parole comuni guardando gli anime, i weebs hanno l'abitudine di infarcire i loro discorsi quotidiani con queste parole.

Alcune delle parole più comuni che i weebs usano sono "Daijoubu" (Va bene/State bene?), "Nani" (Cosa?), "Yare yare" (Buon dolore/Oh, fastidio) e il tanto bistrattato "Onii-chan" (Grande fratello).

Oltre a trascurare la forma grammaticale e la collocazione corretta di queste parole, i bambini sono anche inclini a rovinare la loro pronuncia.

Conclusione

In molte discussioni casuali, i termini "weeaboo" e "otaku" possono essere considerati intercambiabili a causa della sovrapposizione delle loro caratteristiche e ossessioni. Le persone indicate come tali ricevono comunemente critiche per il loro stile di vita e i loro interessi. I weebs e gli otaku sono suscettibili di trascurare altri aspetti della loro salute e del loro benessere per la loro ossessione.

Weeaboo è un termine ampiamente offensivo per i nippofili che non sono giapponesi, mentre otaku può essere un sostantivo neutro (in Occidente) o un insulto di varia intensità (in Giappone).

Riferimenti

Sentitevi liberi di commentare e discutere l'articolo nello spazio dei commenti qui sotto se avete informazioni o osservazioni da aggiungere. Se pensate che abbiamo commesso un errore, potete anche segnalarlo qui.

Sommario

Informazioni sull'Autore: Nicolas Seignette

Nicolas Seignette, in possesso di un diploma di maturità scientifica, ha iniziato i suoi studi in matematica e informatica applicata alle scienze umane e sociali (MIASHS). Ha poi proseguito gli studi universitari con un DEUST WMI (Webmaster e professioni Internet) presso l'Università di Limoges, prima di concludere il suo percorso con una licenza professionale specializzata nelle professioni informatiche. Su 10Differences, si occupa della ricerca e della stesura di articoli riguardanti la tecnologia, le scienze e la matematica.
Tutti i Post Scritti Da Nicolas Seignette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

magnifiercrosschevron-downarrow-right